La razza umana che vola: 2,8 miliardi di persone l’anno

0
567

Quanti sono gli esseri umani che prendono l’aereo? Secondo i dati diffusi dalle compagnie aeree, circa 1/3 della popolazione complessiva del pianeta Terra, ovvero 2,8 miliardi di persone. Ma con un aumento percentuale in doppia cifra ogni anno, tanto che l’aviazione è diventato un settore industriale del valore di 450 miliardi di euro – e cresce a un ritmo triplo rispetto a quello dell’economia globale (la quale, nonostante la crisi che viviamo qui in Europa, continua a espandersi grazie al boom economico che stanno vivendo Paesi come la Cina e l’India).

Soltanto 40 anni fa, nel 1971, l’aereo era un mezzo di trasporto costoso utilizzato da una esigua minoranza di vip: poco più di mezzo milione di persone al giorno. Oggi a volare sono quasi 8 milioni di passeggeri al giorno. Con l’attuale tasso di sviluppo, si prevede che nel 2050 i passeggeri saranno 16,6 miliardi, cioè il doppio della popolazione mondiale.

Questi dati (pubblicati tra gli altri da Ettore Livini su la Repubblica dello scorso 27 giugno) sono da prendere cum grano salis. Ci sono esseri umani che, per lavoro o svago, prendono l’aereo numerose volte l’anno, e persone che trascorrono l’intera vita senza mai staccarsi dalla terra del paesello natìo. Tuttavia l’espansione dell’aviazione è un fenomeno che ci accade sotto gli occhi, e non è possibile ignorarlo.

La razza umana è costituita da viaggiatori – cambiano le epoche e i mezzi di trasporto, ma non cambia il desiderio e il gusto di spostarsi.

La rotta più trafficata nel 1971 era quella che passava sopra l’oceano Atlantico e univa Stati Uniti ed Europa. Oggi quella rotta si è allungata verso il medio oriente, con la zona del golfo Persico che vede operare le compagnie più ricche e che è diventata lo snodo privilegiato con l’estremo oriente indiano e cinese.

Succede così che per l’aeroporto più trafficato d’Europa, Heathrow a Londra, transitino circa 178˙000 passeggeri al giorno, mentre a Pechino ne transitino 200˙000 al giorno. L’aeroporto di Roma Fiumicino, che è pur sempre il 6° del nostro continente, arriva a 100˙000 passeggeri al giorno.

Va detto che l’aereo è anche il mezzo di trasporto contemporaneo più sicuro: le vittime di incidenti dell’aria sono 1/4 rispetto a quelle di incidenti di treno, e 1/78 rispetto a quelle degli incidenti d’auto.

Questo è dovuto al fatto che gli aerei sono i mezzi più controllati, e le compagnie aeree li revisionano con continuità. Anche perché nel corso di una vita media, che può superare i 20 anni, un aereo vola  in media 10,7 ore al giorno: stare senza revisionarlo è impossibile.

Il progresso e l’innovazione passano anche attraverso la facilità di viaggiare.

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome