Vuoi evitare di ammalarti d’influenza? Medita

0
60

Chi pratica la meditazione ha molta meno probabilità di ammalarsi di influenza, e inoltre se si ammala i sintomi sono molto meno gravi e dolorosi, e durano meno giorni.

L’affermazione è di Bruce Barret, docente di medicina all’università del Wisconsin a Madison, il quale ha coordinato uno studio statistico e si è anche stupito dei risultati, perché, ha scritto sulla rivista Annals of Family Medicine (qui il link all’articolo): «Nulla è stato precedentemente dimostrato prevenire le infezioni respiratorie acute. Molte precedenti informazioni hanno suggerito che la meditazione e l’esercizio fisico possono mostrare benefici di prevenzione, ma studi randomizzati e di alta qualità non sono mai stati condotti. I vaccini per l’influenza iniettabili sono parzialmente efficaci e funzionano solo per i tre ceppi di influenza ogni anno…». La meditazione, a quanto risulta dai suoi studi, funziona invece per ogni ceppo di virus influenzali.

Una sintesi dello studio di Barret è stato pubblicato da Verdiana Amorosi nel sito web GreenMe (qui il link all’articolo) che ha indicato i criteri con cui è stato svolto lo studio: 154 volontari di età compresa tra i 53 e i 65 anni, maschi e femmine, sono stati divisi in tre gruppi. Al primo gruppo è stato proposto un training di meditazione «mindfullness», al secondo gruppo è stato proposto un allenamento di fitness leggero, composto da ginnastiche dolci e camminate all’aria aperta, e il terzo gruppo è stato lasciato libero di non fare niente. Tutto ciò per un periodo di 8 settimane, terminato il quale i volontari sono stati monitorati per 8 mesi allo scopo di verificare se si ammalassero di influenza o meno.

È risultato che, per quanto riguarda il numero di persone che si sono ammalate, chi non aveva fatto niente si è ammalato con la stessa frequenza della media della popolazione statunitense, chi aveva fatto esercizio fisico si era ammalato per il 48% in meno, in pratica la metà, e chi aveva meditato si era ammalato per il 76% in meno, cioè in media 1/4 dei casi rispetto al normale.

Per quanto riguarda l’intensità dei sintomi, e quindi il disagio da essi provocato seguito dalla necessità di stare a letto per curarsi, chi aveva fatto esercizio fisico ha avuto sintomi del 40% meno intensi rispetto alle persone normali, mentre chi aveva meditato ha avuto sintomi ridotti del 50%.

Per quanto riguarda la durata della malattia, chi non aveva fatto nessun tipo di esercizio è stato inabile per 8 giorni mentre chi aveva meditato è stato inabile per 5 giorni.

Ovvero, in sintesi: chi medita resiste di più ai virus influenzali, perde meno giorni di lavoro, e per sovrappiù risparmia lui soldi per comprare farmaci e fa risparmiare il sistema sanitario che può comprare meno vaccini.

Sembra bellissimo.

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome