Il “bianco” che inganna: Antitrust sanziona Colgate per 500.000 euro.

L’Antitrust ha irrogato una multa da 500.000 euro nei confronti di Colgate

0
80
Il “bianco” che inganna: Antitrust sanziona Colgate per 500.000 euro.

Recentemente l’Antitrust ha irrogato una multa da 500.000 euro nei confronti di Colgate per l’utilizzo di claim pubblicitari poco trasparenti.

A finire sotto accusa sono le descrizioni dei prodotti “Expert White” e “Max White-One”, ai quali venivano attribuite caratteristiche di efficacia sbiancante non riconducibili ai prodotti. Nello specifico, i termini utilizzati nei messaggi pubblicitari fanno riferimento a un ingrediente sbiancante utilizzato dai dentisti che permetterebbe una regressione dell’ingiallimento. Dentifrici sbiancanti VS trattamento professionale. In base a quanto affermato dal Dipartimento di Scienze Clinico Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche dell’Università degli Studi di Pavia, i dentifrici sbiancanti hanno una funzione di sbiancamento superficiale: in pratica rimuovono le macchie che si depositano sullo smalto dei denti. Inoltre, specificano gli esperti, vi è una profonda differenza tra il dentifricio sbiancante e un trattamento professionale eseguito da un odontoiatra o igienista dentale: il trattamento professionale utilizza un gel a base di perossido di carbamide (35%), mentre i dentifrici sbiancanti utilizzano sostanze abrasive (Hydrated silica, Calcium carbonate, Dicalcium phosphate dihydrate, Aluminia, Perlite, Sodium bicarbonate), chimiche (Hydrogen peroxide, Sodium citrate, Sodium pyrophosphate, Sodium tripolyphosphate, Sodium hexametaphosphate , Papain), e ottiche (Blu covarine).

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome