Ecco perché se bevi bevande ghiacciate, ti viene il mal di testa!

0
74

Con l’avvicinarsi della bella stagione aumentano i consumi di prodotti freddi, dalle granite ai gelati, dal caffè freddo shekerato alle bevande ghiacciate. Premesso che bere o mangiare cose molto fredde non è una buona abitudine e si possono rischiare congestioni, sta di fatto che quasi a tutti è capitato almeno una volta di bere con foga una bevanda molto fredda oppure mangiare rapidamente un gelato. E subito dopo, magari, accusare un fastidioso mal di testa che generalmente scompare dopo pochi minuti.

Ma perché si è originato un dolore così repentino e fstidioso? Secondo una ricerca diretta dal Dott. Jorge Serrador della National University of Ireland (Galway, Irlanda) e l’Harvard Medical School: «Il motivo di questa emicrania è legato ad un meccanismo di autodifesa del nostro cervello che è molto sensibile alla temperatura e per questo, quando la temperatura corporea si abbassa all’improvviso, vengono attivati dei sistemi di vasodilatazione per far arrivare sangue caldo nell’area cerebrale. Poiché il cranio è una struttura chiusa, l’improvviso afflusso di sangue può aumentare la pressione e provocare dolore».

Per il professore e colleghi tale meccanismo può essere all’origine di vari tipi di emicrania. Perciò, capire come regolare il flusso sanguigno porterebbe all’eliminazione del disturbo in questione. La squadra di Serrador ha lavorato con 13 volontari sani, che hanno bevuto prima acqua ghiacciata poi acqua a temperatura ambiente. Nel mentre, il loro organismo era analizzato tramite doppler.

Il sistema ha permesso di osservare come l’acqua ghiacciata dilatasse l’arteria celebrale anteriore, aumentando l’afflusso di sangue al cervello e provocando dolore. Invece, il consumo di acqua a temperatura ambiente non provocava dilatazione dell’arteria e la sensazione conseguente era di benessere.

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome