PENSI DI AVER VINTO UN BUONO VACANZA? E INVECE FINISCI PER ACQUISTARE PENTOLE

0
105

Ricevono una telefonata che comunica che hanno vinto un buono vacanza, e, invece, si sono ritrovati ad essere vincolati dal pagamento di una batteria di pentole. Questa la pratica messa in atto da Casa Intelligente srl e diverse sono ormai le segnalazioni giunte a Customer Care Service.

La formula “vacanza premio”, a seguito di una semplice intervista, rientra tra le truffe legate ai viaggi, che la Customer Care Service ben conosce.

Cosa è successo? Accade infatti di essere contattati al telefono per conto della suddetta società per un semplice sondaggio e subito dopo, invece, si viene informati di essere stati estratti a sorte per aver vinto un buono vacanza. Per il ritiro del premio bisogna però presentarsi in un luogo prestabilito che risulta essere quasi sempre un Hotel. Una volta arrivati nel luogo indicato, ci si ritrova in compagnia di molte altre persone che sono state convocate con le stesse modalità e in tale occasione i “fortunati” vincitori assistono, in realtà, ad una vera dimostrazione commerciale. La vacanza infatti che dovrebbe essere il motivo dell’incontro rappresenta il pretesto per raggruppare persone. Il personale presente in sala ha, infatti, come unico obiettivo la VENDITA DI PRODOTTI quali batterie di pentole, elettrodomestici, materassi, coperte e molto altro. La confusione che si crea e l’insistenza del personale sicuramente non aiutano e, così, ci si ritrova a firmare contratti per l’acquisto di prodotti per la casa. Si parte con la promessa di una vacanza premio e si finisce per pagare cifre elevatissime. Nel caso specifico, il contratto di acquisto proposto dalla società prevede un sistema di cottura e un set superwash benessere per un importo pari ad € 7.990,00. A questo, bisogna aggiungere ben € 295 per spese di consegna e garanzie commerciali prestate da Casa intelligente. In riferimento alla truffa dei buoni vacanza l’Antitrust è già intervenuto, ma probabilmente sarà necessario riaprire in procedimento per verificare eventuali pratiche scorrette. E la VACANZA? Il Buono vacanza rilasciato da Casa Intelligente srl:

Ha validità di un anno a partire dalla data del rilascio;

Offre un soggiorno valido per 7 notti fino a 6 persone (coppie sposate o conviventi);

Assicura solo la locazione (pernottamento) gratuita mentre prevede una quota da versare per l’apertura pratica e i costi obbligatori che variano in base alla formula e alla struttura scelta;

Può essere utilizzata solo nei periodi di media e bassa stagione. Naturalmente, l’organizzazione si riserva, nel caso di indisponibilità del complesso turistico scelto di indirizzare verso altri complessi. Customer Care Service sta difendendo numerosi consumatori che, pensando di aver vinto un buono vacanza gratuito per tutta la famiglia, si sono ritrovati, invece, a sottoscrivere un contratto per oltre 17.000 euro con New Club Elite. In questo caso, si tratta dell’acquisto di un certificato di associazione al Club con la promessa di poter godere le vacanze in favolosi Resort a propria scelta: in realtà la scelta è limitata a pochi Resort e i vincoli di contratto molto stretti. Riepiloghiamo le varie fasi della vicenda dopo la prima telefonata.

1)Durante il primo incontro viene proposto l’acquisto di un certificato di associazione ad un club vacanze, che però costa 17.900,00 euro. E qui vi è la prima firma alla proposta contrattuale;

2)Viene fissato un ulteriore incontro a casa dei malcapitati per la firma del contratto con la società Free Freedom, con il quale si acquista un certificato di associazione ad un club vacanze, New Club Elite Ltd., sul quale viene anche praticato uno sconto rispetto al costo iniziale prospettato durante l’incontro;

3)Trattandosi di una cifra comunque ingente, l’incaricato della società propone di stipulare un contratto di finanziamento. Dopo qualche giorno, dunque, il consumatore riceve la visita di un incaricato di una società finanziaria e viene stipulato un contratto di cessione del quinto;

4)Ma i problemi non finiscono qui, perché molto spesso non si riesce a prenotare la vacanza nella località desiderata, in quanto la società non è in grado di garantire la disponibilità di posto nelle località pubblicizzate;

5)All’arrivo nella località di vacanza, i consumatori sono stati costretti a firmare un ulteriore contratto con una società incaricata dal club vacanze per poter estendere la possibilità di fruizione del certificato di associazione anche ai figli per un totale di 7.000,00 euro;

6)L’anno successivo i consumatori hanno dovuto nuovamente stipulare un altro contratto da 7.000,00;

7)Oltre a tali costi, sono anche previsti i costi di gestione annuale.

Se anche voi siete avete acquistato un certificato di associazione con New Club Elite o con altri Club vacanze, contattate Customer Care Service per farvi restituire i soldi versati illegittimamente. In sostanza i malcapitati si trovano a firmare una serie di contratti a catena senza riuscire a svincolarsi e dopo aver firmato il contratto iniziale con Free Freedom, si trovano ad avere rapporti con New Club Elite o con società mandatarie.

Articolo precedenteAddio monetine da 1 e 2 cent
Articolo successivoPaure dietro le vaccinazioni. Si o no al vaccino?
Jenny Ruggeri
Jenny Ruggeri (1966) nasce a Messina e conseguiti gli studi nella città natale, dove si laurea in Lettere Moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, si trasferisce a Bergamo per insegnare nelle scuole bergamasche. Dopo dieci anni di insegnamento matura l’idea di fare qualcosa di diverso dalla docenza. Ha studiato e studia gli eruditi grammatici (Plinio, Fulgenzio, etc.) i lirici (Catullo, Orazio, Properzio) ed i narratori (Petronio ed Apuleio). Nel tempo libero si diletta a scrivere racconti e novelle. Collabora con alcune testate giornalistiche ed è proprietaria dal 2003 di un giornale a tutela e difesa del consumatore (Customer Care Service).

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome