Consumi di Natale, Codacons: 170 euro a persona per regali, cibo e casa

Più regali sotto l’albero, soprattutto hi-tech, elettronica, abbigliamento. Più cibo in tavola. E uno shopping che nel 35% dei casi si farà online

0
92
Consumi di Natale, Codacons: 170 euro a persona per regali, cibo e casa

Più regali sotto l’albero, soprattutto hi-tech, elettronica, abbigliamento. Più cibo in tavola. E uno shopping che nel 35% dei casi si farà online, anche se un consumatore su tre ha anticipato le spese per i regali di Natale al Black Friday.

Il monitoraggio sulla propensione delle famiglie ai consumi in vista delle prossime feste fatto dal Codacons dice che quest’anno il giro d’affari raggiungerà quota 10,2 miliardi di euro – con acquisti in aumento del 2,5% rispetto allo scorso anno – e una spesa media procapite di 170 euro per regali, alimentari e addobbi per la casa. Per il Codacons “a dare un impulso importante agli acquisti, tuttavia, è stato il recente Black Friday, con 1 cittadino su 3 tra coloro che hanno approfittato di promozioni e sconti del “venerdì nero” che ha deciso di anticipare i regali di Natale”. Quest’anno i regali più gettonati saranno prodotti hi-tech, con più elettronica e un maggior numero di articoli di abbigliamento, e appare in crescita anche la propensione ai consumi alimentari e dei prodotti tipici delle festività. Il 35% degli acquisti complessivi, inoltre, avverrà online attraverso l’ecommerce – prosegue il Codacons – In controtendenza invece il settore della casa, con una riduzione del -1% rispetto al 2017 della spesa per albero di Natale, decorazioni e addobbi. “L’aumento dei consumi natalizi non deve però trarre in inganno, e non equivale ad una maggiore ricchezza delle famiglie – spiega il presidente Carlo Rienzi – A dare un forte impulso agli acquisti sono stati infatti Black Friday e Cyber Monday, che hanno permesso a milioni di italiani di anticipare i regali ricorrendo a sconti e promozioni, mentre la spesa alimentare rappresenta una tradizione cui le famiglie hanno dimostrato negli ultimi anni di non voler rinunciare”. E proprio le prime due settimane di dicembre sono quelle in cui si concentrano le spese di Natale, almeno secondo Coldiretti. Un italiano su tre (32%), dice la sigla, farà lo shopping natalizio da qui a metà mese. Le spese stimate quest’anno sono di 541 euro a famiglia, più 3% rispetto allo scorso anno, con un budget destinato per il 40% ai regali, per il 26% al cibo, per il 22% ai viaggi e per il 12% ai divertimenti, al cinema, al teatro, per concerti o nelle discoteche. “L’Italia quest’anno – continua Coldiretti – si classifica al quarto posto tra i Paesi Europei dove si spende di più per il Natale, preceduta solo da Gran Bretagna con 646 euro, Spagna con 600 e Austria con 542 euro a famiglia”.

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome