Bagagli a mano,Tar: respinta richiesta Ryanair. AACC: Agcm sanzioni la low cost.

Il Tar del Lazio non ha concesso alcuna sospensione immediata e urgente del provvedimento

0
110
Bagagli a mano,Tar: respinta richiesta Ryanair. AACC: Agcm sanzioni la low cost.

Il Tar del Lazio non ha concesso alcuna sospensione immediata e urgente del provvedimento con il quale il 31 ottobre scorso l’Antitrust aveva disposto la sospensione della nuova policy per i bagagli a mano fatta dalla compagnia aerea Ryanair volta a richiedere un supplemento di prezzo rispetto alla tariffa standard per il trasporto dei bagagli a mano grandi.

Inoltre, il Tar ha anche respinto la richiesta con la quale si sollecitava la sospensione dell’ulteriore provvedimento del 7 novembre scorso di contestazione dell’inottemperanza alla precedente delibera. Il Tar ha considerato che Ryanair “che pure prospetta diverse tipologie di danno ad essa derivanti dall’esecuzione degli atti gravati – si legge nel decreto monocratico – non supporta con univoci elementi probatori le varie conseguenze pregiudizievoli connesse alla mancata immediata sospensione“, nonché “che molte delle circostanze prospettate (con particolare riguardo alla tempistica della modifica del sito, ai ritardi connessi all’imbarco e ai disagi operativi connessi all’esecuzione del provvedimento), si sarebbero in ogni caso verificate nel caso in cui l’Autorità avesse accettato gli impegni proposti dalla ricorrente in corso di procedimento (con particolare riferimento alla proposta di non applicare la maggiorazione di prezzo di 25 euro)”. “Avevamo già segnalato all’Antitrust che Ryanair il 1° novembre non aveva sospeso le nuove policy sui bagagli a mano, che prevedevano un supplemento di prezzo per il trolley. L’Antitrust, che ha già aperto un procedimento di inottemperanza ai provvedimenti cautelari emessi il 31 ottobre 2018, ora può e deve sanzionare la compagnia. Non è possibile che nel nostro Paese le sospensive e le delibere delle Authority siano sistematicamente violate, dalle compagnie aeree a quelle telefoniche”, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Il Tar ha confermato la validità dei provvedimenti dell’Antitrust e, per effetto di tale decisione, resta sospesa la nuova policy della compagnia sui bagagli”, spiega il presidente Carlo Rienzi, “Ciò significa che qualsiasi richiesta economica avanzata da Ryanair agli utenti per il trasporto dei trolley è, allo stato attuale, illegittima, e rappresenta una violazione delle disposizioni dell’Autorità”. “Pertanto invitiamo la compagnia aerea a porre fine a qualsiasi comportamento lesivo dei diritti dei consumatori e a rimborsare il supplemento bagagli pagato dai viaggiatori per effetto delle nuove politiche tariffarie, anche per evitare pesanti e costose azioni in tribunale che danneggerebbero unicamente le casse della società” , aggiunge Rienzi.

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome