Cookies, Garante Privacy: presto più trasparenza

0
67

Il Garante della Privacy ha avviato una consultazione pubblica diretta a tutti i gestori dei siti web e alle associazioni dei consumatori per giungere ad una informativa semplice, chiara e di immediata comprensione sull’uso dei cookie.

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale (pc, tablet, smartphone) dell’utente, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita s

 

uccessiva. Lo scopo positivo per cui sono usati è eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni e memorizzazione di informazioni riguardanti la navigazione online, allo scopo di rendere più facile e fluida la navigazione medesima. Ma sono molto spesso utilizzati dai siti per raccogliere importanti e delicate informazioni sulle abitudini e scelte degli utenti.«Con le nuove regole europee – spiega il Garante in una nota – i cookie “tecnici” possono essere utilizzati anche senza consenso, ma rimane naturalmente fermo per i gestori dei siti l’obbligo di informare gli utenti della loro presenza in maniera il più possibile semplice, chiara e comprensibile. È obbligatorio invece il consenso preventivo e informato dell’utente per tutti i cookie “non tecnici”, quelli cioè che, monitorando i siti visitati, raccolgono dati personali che consentono la costruzione di un dettagliato profilo del consumatore, e che proprio per questo motivo presentano maggiori criticità per la privacy degli utenti».

I gestori dei siti non possono, dunque, installare cookie per finalità di profilazione e marketing sui terminali degli utenti senza averli prima adeguatamente informati e aver acquisito un valido consenso. La consultazione avviata dal Garante si concluderà entro 90 giorni dalla pubblicazione del provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale. Le proposte relative all’informativa semplificata potranno essere inviate all’Autorità per posta o in via telematica alla e-mail:  consultazionecookie@gpdp.it.

LASCIA UN MESSAGGIO

Inserisci il tuo commento
Per favore, lascia qui il tuo nome